Tutti gli articoli su Vigili Urbani

Annullata l’Etna Half Marathon

Scritto da: il 17.03.11 — 0 Commenti
La sesta edizione della Etna Half Marathon, prevista per domenica 20 marzo prossimo sul lungomare Kennedy, non potrà essere disputata. Gli organizzatori si sono trovati costretti ad annullare la gara dopo la comunicazione da parte del corpo di Polizia Municipale di Catania (che ha espresso parere contrario allo svolgimento della stessa per esiguità di personale) e dopo aver constatato l’immobilismo con cui la stessa comunicazione è stata recepita dalle istituzioni comunali. Si tratta della seconda, grande, manifestazione sportiva che quest’anno viene annullata per le medesime o simili circostanze. Nel mese di febbraio, infatti, non ha avuto luogo il TROFEO SANT’AGATA, lo storico trofeo catanese che nell’arco della sua cinquantennale vita ha avuto solo due battute d’arresto per cause giustamente davvero gravi, una per lo scoppio della seconda guerra mondiale, l’altra per la morte del compianto Ispettore Raciti e adesso nel 2011…   UN’ALTRA OCCASIONE PERSA PER CATANIA. Dopo cinque anni in cui la Etna Half Marathon ha rappresentato un appuntamento fisso per agonisti e appassionati di podismo, dunque, ecco l’imprevisto stop che rappresenta una gravissima perdita per lo sport e per la città di Catania. La mezza maratona, diventata una delle più significative del meridione d’Italia, ha garantito fin dalla sua prima edizione uno standard elevato nella qualità dell’organizzazione, nel coinvolgimento della città e degli sportivi e nella partecipazione degli atleti. Il numero degli iscritti è stato sempre crescente fino a toccare quota 1000 nella scorsa edizione del 18 ottobre 2010, divenuta storica per la valenza internazionale ormai acquisita dalla competizione.   LA COMUNICAZIONE DEI VIGILI URBANI DI CATANIA La A.s.d. Pol. Tremestieri Etneo in collaborazione con il settore Amatori-Master della Fidal Sicilia, avevano da tempo avviato l’ormai rodata macchina organizzativa per la sesta edizione, ma a pochi giorni dalla gara, è arrivata, come un fulmine a ciel sereno, la comunicazione del corpo di Polizia Municipale di ...

Vigile urbano arrestato per aver chiesto la tangente al cliente di una prostituta

Scritto da: il 07.10.09 — 0 Commenti
Che le ordinanze del sindaco non fossero servite a debellare la prostituzione lo avevamo già capito; in più la notizia odierna è che ancora una volta si specula sul mestiere più antico del mondo e a farlo, questa volta, è stato proprio chi dovrebbe vigilare… Si tratta di giovanni Maugeri, 49 anni, ispettore della polizia municipale di Catania. Maugeri aveva messa sotto torchio il cliente di una prostituta, chiedendogli in due rate una tangente di 400 euro. Tutto ciò allo scopo di evitare quanto previsto dall’ordinanza anti prostituzione emessa dal sindaco Raffaele Stancanelli, ovvero: multa e pubblica vergogna. L’ispettore ha però sottovalutato la sua vittima che in effetti ha poi deciso di rivolgersi ad altri vigili per segnalare l’accaduto. L’uomo accompagnato dagli stessi uomini della polizia municipale ha presentato denuncia alla squadra mobile della questura; quindi è stata organizzata la consegna della seconda rata per cogliere sul fatto l’ispettore. Maugeri è stato arrestato mentre intascava i soldi. L'ispettore è stato denunciato per concussione e per tentativo di truffa: per recarsi nel luogo convenuto per ritirare la tangente, l’uomo aveva infatti detto di essere malato. Ed effettivamente mi chiedo chissà quanti saranno gli altri colleghi vigili che operano la stessa tecnica di Maugeri... Sull’episidio e sui risvolti ancora che ancora non sono noti indaga la procura della repubblica
carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | WebStrategist (area test) | Hosted by MediaTemple