Tutti gli articoli su lesbica

Il ghetto gay catanese: la “scala”… una volta Alessi

Scritto da: il 18.10.10 — 1 Commento
"Come fai a dormire la notte?" chiedeva un rabbioso John Lennon a Paul McCartney. La scalinata Alessi di Catania è gay. Nella "scala", che ormai ha perso il suo nome originario, si riunisce l'intera comunità omosessuale della piccola città etnea. Il meccanismo è lo stesso che si crea a scuola: tutti si conoscono, ci si saluta, si crea gruppo (alcuni contrapposti ad altri), e si fa un sacco di cortile.  Il soggetto più popolare, come ogni scuola che si rispetti, riunisce intorno a sè il maggior numero di persone. Come in una classe, ognuno occupa il suo posto al banco, solo che qui ci sono i gradini. Le ragazze fanno gruppo a parte: capelli corti, mocassini neri e il giubbotto anni '80. I ragazzi, con il gilet in lanetta e i muscoli scolpiti sotto la camicie di stoffa leggera, le guardano come fossero extraterrestri. I gay non sopportano le lesbiche, eppure convivono nello stesso ghetto di 20 mq. Si conoscono tutti attraverso le mitiche chat omo, ma non è detto che si salutino quando si incontrano sulla "scala"... allorchè spunta una faccia nuova, specie se interressante, scoppia la febbre di conoscenza. Presto il nuovo diverrà vecchio e sceglierà il suo gruppo. Per la maggior parte sono universitari e quando sono più maturi si tratta di professionisti. Gli uomini fanno discorsi leggeri, un cicaleggio elevato ai massimi livelli. Le donne, poche rispetto ai loro compagni, sono rabbiose e guardano tutti con cipiglio. La scalinata Alessi, una volta simbolo del libero pensiero, ora è solo una scala, la prigione di un gruppo ristretto che non ammette estranei e che ama parlare di nulla. Mi permetto di riportare una delle definizioni di Soho, il mitico quartiere di Londra "Soho è il nome di un quartiere di Londra delimitata da Oxford Street a Nord, da Regent Street ad Ovest, Shaftesbury Avenue ...
carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | WebStrategist (area test) | Hosted by MediaTemple