Tutti gli articoli su Catania

Eurodisney cerca a Catania i nani e pure biancaneve

Scritto da: il 08.04.11 — 0 Commenti
Eurodisney cerca siciliani che somiglino a personaggi dei cartoni, in particolare ai principi e alle principesse dei classici di Walt Disney. Le selezioni, organizzate dal dipartimento dello spettacolo di Eurodisney Paris e dal servizio Eures del Dipartimento lavoro si terranno il 3 maggio a Catania e oltre a candidati di bassa statura (max 150 centimetri) quest'anno sono ricercati anche giovani che ritengono di somigliare ai principi e alle principesse dei cartoni. "Il dato più significativo e incoraggiante per noi nelle analisi dei risultati comunicati da Disney a conclusione di ogni selezione - dice il coordinatore regionale della rete Eures siciliana, Gianfranco Badami - è che quasi il 90% dei giovani da noi preselezionati è potenzialmente assumibile, cosa che dimostra il buon livello di preparazione dei nostri giovani candidati e il buon lavoro svolto da tutta la rete Eures siciliana". Per scoprire i dettagli per partecipare clicca nel seguente link disneyassume Negli ultimi anni sono stati più di mille i siciliani che si sono candidati a interpretare i personaggi Disney nelle parate del parco Eurodisney di Parigi.

Annullata l’Etna Half Marathon

Scritto da: il 17.03.11 — 0 Commenti
La sesta edizione della Etna Half Marathon, prevista per domenica 20 marzo prossimo sul lungomare Kennedy, non potrà essere disputata. Gli organizzatori si sono trovati costretti ad annullare la gara dopo la comunicazione da parte del corpo di Polizia Municipale di Catania (che ha espresso parere contrario allo svolgimento della stessa per esiguità di personale) e dopo aver constatato l’immobilismo con cui la stessa comunicazione è stata recepita dalle istituzioni comunali. Si tratta della seconda, grande, manifestazione sportiva che quest’anno viene annullata per le medesime o simili circostanze. Nel mese di febbraio, infatti, non ha avuto luogo il TROFEO SANT’AGATA, lo storico trofeo catanese che nell’arco della sua cinquantennale vita ha avuto solo due battute d’arresto per cause giustamente davvero gravi, una per lo scoppio della seconda guerra mondiale, l’altra per la morte del compianto Ispettore Raciti e adesso nel 2011…   UN’ALTRA OCCASIONE PERSA PER CATANIA. Dopo cinque anni in cui la Etna Half Marathon ha rappresentato un appuntamento fisso per agonisti e appassionati di podismo, dunque, ecco l’imprevisto stop che rappresenta una gravissima perdita per lo sport e per la città di Catania. La mezza maratona, diventata una delle più significative del meridione d’Italia, ha garantito fin dalla sua prima edizione uno standard elevato nella qualità dell’organizzazione, nel coinvolgimento della città e degli sportivi e nella partecipazione degli atleti. Il numero degli iscritti è stato sempre crescente fino a toccare quota 1000 nella scorsa edizione del 18 ottobre 2010, divenuta storica per la valenza internazionale ormai acquisita dalla competizione.   LA COMUNICAZIONE DEI VIGILI URBANI DI CATANIA La A.s.d. Pol. Tremestieri Etneo in collaborazione con il settore Amatori-Master della Fidal Sicilia, avevano da tempo avviato l’ormai rodata macchina organizzativa per la sesta edizione, ma a pochi giorni dalla gara, è arrivata, come un fulmine a ciel sereno, la comunicazione del corpo di Polizia Municipale di ...

Jean Calogero, la prima mostra antologica dalla sua morte. Intevista con i figli

Scritto da: il 23.10.10 — 3 Commenti
Immagina di essere un bambino e di sentire un forte odore di colori ad olio, la musica della Carmen riecheggia per casa. Dietro l'uscio della stanza da cui proviene tutto questo c'è un padre immerso nel suo mondo fantastico, sta dipingendo. Appena fai il tuo ingresso in questo cosmo fantastico fatto di forme geometriche, paesaggi e volti senza espressione, anche tu diventi parte di un tutto e ti lasci trasportare dalla magia. Questo sogno è stata la vita dei figli di Jean Calogero, Patrizia e Massimiliano. Sono loro che mi prendono per mano e mi guidano attraverso i corridoi del padiglione delle Ciminiere di Catania che ospiterà dal 23 ottobre al 12 dicembre una mostra antologica dedicata al grande artista catanese, il pittore Jean Calogero. [caption id="attachment_490" align="alignleft" width="300" caption="Un'immagine scattata durante l'allestimento della mostra antologica alle Ciminiere "][/caption] Patrizia e Massimiliano sono due quarantenni, ma mi stupisco quando vengo a conoscenza della loro età anagrafica. A me appaiono come dei folletti usciti da un quadro del padre. I visini piccoli e gli occhi grandi. [caption id="" align="alignnone" width="600" caption="Italian Backstage Oil"][/caption] "Papà ha riempito le sue opere con i nostri volti" mi racconta Patrizia. Jean Calogero, nato nel 1922 in via Plebiscito a Catania, negli anni '40 si trasferisce a Parigi dove vivrà per i successivi 20 anni. Qui specializza il suo stile e in seguito si afferma subito nel mondo dell'arte. A Parigi si sposa con la sua prima moglie da cui avrà una figlia.Vive in maniera intensa, dedicandosi alla pittura e allo studio e coinvolto dalla vita culturale parigina, partecipa alle mostre e ai dibattiti di maggiore rilievo. Del 1949 è il suo primo contratto artistico, lo firma per la Galerie Hervè di Parigi che, notoriamente seguiva gli sviluppi della giovane pittura europea. Inizia così una frenetica attività espositiva che, grazie al consenso della ...

Berlusconi, via della Concordia, la polizia e l’anarchia. Un giorno di ordinario traffico a Catania

Scritto da: il 19.10.10 — 7 Commenti
Oggi percorrevo con la macchina una via poco raccomandabile di Catania. L'occasione la devo a Silvio Berlusconi; la città si è messa in ghingheri per accogliere il presidente del consiglio, peccato che il cavaliere, per un fastidio alla mano, abbia deciso di snobbare il profondo sud. Ma noi cittadini che ogni giorno ci alziamo per andare a lavorare e che facciamo i salti mortali per raggiungere gli angoli più disparati della città, senza i privilegi dell'auto blu, ci siamo ritrovati ugualmente a dover affrontare Catania che aspetta un presidente che non arriverà. La città oggi era letteralmente blindata. Viale Africa chiuso al traffico, lo stesso viale Vittorio Veneto. Un enorme dispiego di forze dell'ordine per garantire la sicurezza di Berlusconi, e ci credo che poi ti viene di attentare alla sua vita, quando ti ritrovi incolonnato per ore con il motore della macchina (decennale) che fuma per lo sforzo frizione-freno-acceleratore. Che emozione, gli elicotteri verdi che volano basso come si fa nelle zone di guerra. E poi per chi? In definitiva questa mattina c'era solo La Russa, lo stesso che una domenica si ed una no, va allo stadio Massimino per assistere alla partita del Catania. In quell'occasione nessuna perlustra... ed io, che sono una provinciale, mi domando se anche a Roma con tutto il governo, la camera, il senato, il presidente della repubblica e nel mezzo ci metto pure il Papa ogni giorno chiudono le strade e occupano gli spazi aerei. Io però, che sono furba, oggi ho preso un'altra strada e mi sono ritrovata lungo via della Concordia, meglio conosciuta dai catanesi come via 88 Palmi. Quartiere San Cristoforo e vi dirò, in questa città quando ci sono di mezzo santi e divinità non è mai una cosa buona. Per esempio, non raccomando assolutamente ad un turista di avventurarsi al quartiere ...

oggi voglio essere francese

Scritto da: il 16.09.10 — 0 Commenti
Rischierò di essere impopolare, ma io oggi vorrei essere francese. Fin da stamattina ho meditato su questa storia, sul fatto di pubblicare un incipit su twitter, di dire "bravo Sarkò" su Fb, ma avevo paura, avevo paura che qualcuno mi avrebbe intelletualmente aggredito. Avevo paura che avrei perso la stima di molti amici. E ora sciolgo definitivamente le mie riserve e dico mi fa piacere leggere la notizia che in Francia "Sono stati già smontati più di 55 mila campi nomadi", vorrei che succedesse in Italia. E guai a chi osa qui o altrove dirmi che sono razzista, io non devo temere di esprimere il mio pensiero. L'altro giorno io ed un mio collega abbiamo fatto i salti mortali per riprendere con la telecamera un nuovo campo rom sorto a catania a San Giuseppe La Rena, quasi ci pestavano quando ci hanno visto; di seguito inserisco piccoli video che ho rubato con mani tremanti, quello che vedrete è solo l'ingresso di una baraccopoli enorme, da cui ogni mattina partono file di rom con carrozzine da bambini vuote, che al loro interno celano piedi di porco. Perchè dobbiamo lasciare che interi palazzi, come quello della posta a Catania vengono presi dìassalto, ricordate che qualche mese fà è anche morto un cittadino tunisino proprio in viale Africa? Sarkò hai ragione. Berlusconi, tu invece, resti sempre lo stesso stronzo [youtube]http://www.youtube.com/watch?v=ySYk1Ie552E[/youtube] Il palazzo delle poste in viale africa [youtube]http://www.youtube.com/watch?v=wp5NISGjuZQ[/youtube]

“reWALLution: street art sui muri legali di Catania”

Scritto da: il 14.09.10 — 0 Commenti
Catania ospiterà il suo primo evento di street art. Per i suoi venti anni Lapis lancia una manifestazione che lascerà il segno. Dal 14 settembre al Largo XVII Agosto per 5 giorni, 5 artisti di fama internazionale di una delle più nuove discusse correnti di arte contemporanea: la “street art”, daranno vita ad un open air show. Sulle facciate dei palazzi di Largo XVII Agosto, nel cuore antico della città lavoreranno Microbo, Bo130, 2501, San, Guè. “reWALLution: street art sui muri legali di Catania”, manifestazione patrocinata  e promossa dall’Assessorato alla Cultura e Grandi Eventi del Comune di Catania

Schede telefoniche: Scoperta dalla Guardia di Finanza di Catania un’associazione a delinquere a delinquere

Scritto da: il 13.07.10 — 0 Commenti
I militari della Guardia di Finanza su disposizione dell’A.G. di Catania, hanno notificato un’ordinanza di applicazione di misura cautelare nei confronti di quattro soggetti, residenti nelle Province di Catania, Verona e Torino, per associazione a delinquere finalizzata alla truffa. I quattro sono i responsabili della produzione e commercializzazione delle schede prepagate denominate UniCa - Servizi di ricarica del gruppo ALEXIA , di importo  di € 5,00 e di € 10,00 che dovevano servire in teoria, per ricaricare tutti i telefoni mobili delle compagnie (TIM – VODAFONE – H3G – WIND). L’indagine della Guardia di Finanza di Catania, è stata attivata nel Luglio 2009 a seguito di  vari esposti e denunce presentate a questo Reparto da vari cittadini, che dopo aver regolarmente acquistato la ricarica UniCa - Servizi di ricarica del gruppo ALEXIA di importo  di € 5,00 e di € 10,00 presso le rivendite autorizzate (tabaccai, ecc), constatavano loro malgrado  il mancato accredito da parte delle compagnie telefoniche TIM – VODAFONE - H3G e WIND del valore facciale della ricarica. A fronte di queste denuncie i militari dipendenti dal Comando Provinciale di Catania dopo aver appurato che le ricariche non andavano a buon fine ed aver verificato che le quattro compagnie telefoniche TIM – VODAFONE - H3G e WIND erano completamente all’oscuro di questo nuovo tipo di ricarica telefonica, su disposizione della locale Procura   venivano eseguite perquisizioni  in Milano, Torino, Verona, Caserta, Catania il cui esito  portava l’A.G. inquirente ad emettere Decreto di sequestro preventivo delle predette schede “UNICA” su tutto il territorio nazionale. L’attività delegata oltre alla denuncia all’A.G. di sei responsabili, ha portato al successivo sequestro su tutto il territorio nazionale di 374.918 schede telefoniche prepagate di € 5,00 e € 10,00, che una volta immesse in commercio avrebbero fruttato all’organizzazione criminale  circa due milioni e mezzo di Euro.

Immagini rubate a catania una domenica mattina

Scritto da: il 09.06.09 — 3 Commenti
Nel 1960 Anita Ekberg faceva il bagno nella fontana di trevi, nel 2009 a Catania c'è "lui", in tenuta adamitica, a mostrare le grazie nella fontana che ha sostituito il ponte di Ognina. Mercato delle pulci a Catania. Per scattare questa foto ho rischiato la vita. L'Uomo accortosi del mio gesto furtivo con un balzo si è lanciato sulla mia macchina fotografica, pretendendo di voler cancellare tutto. Il mio sorriso amaliante,  l'aria da turista ed in seguito l'accento marcatamente siculo (ho dovuto minacciarlo in maniera poco elegante per una signorina), mi hanno salvato. Oggi è con una sottile goduria interiore che pubblico la foto di lui che voleva essere pagato.
carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | WebStrategist (area test) | Hosted by MediaTemple