Tutti gli articoli su Acireale

La vedova Raciti debutta in politica. E’ nata una stella?

Scritto da: il 10.04.11 — 0 Commenti
Ingresso ufficiale in politica per Marisa Grasso, vedova di Filippo Raciti, il poliziotto ucciso negli scontri del 2 febbraio 2007 durante il derby Catania-Palermo. La Grasso si presenta nella sua nuova mise (preferendo al nero, tailleur rigorosamente pastello) in occasione della prima assemblea dei Circoli Liberal della provincia di Catania, che in onore suo, si è svolta nella natia Acireale. Guarda il video qui sotto [youtube]http://www.youtube.com/watch?v=UR2dP61-oNA&feature=player_embedded[/youtube] La Grasso si presenta nella sua nuova mise (preferendo al nero, tailleur rigorosamente pastello) in occasione della prima assemblea dei Circoli Liberal della provincia di Catania, che in onore suo, si è svolta nella natia Acireale. I circoli Liberal fanno capo all’UDC e sono stati fondati dal centrista Ferdinando Adornato, (che continua a trascinarli da destra a sinistra ed ora al centro casiniano), ma il tripudio di pubblico è per lei che finalmente scioglie le sue riserve e si dona.  

Erezioni comunali. Nasce ad Acireale il PD…L

Scritto da: il 07.05.09 — 1 Commento
Alla domanda del giornalista come rialzare una città moscia, l'intervistato non risponde ma mostra una bottiglia con la scritta acqua viagra. Nasce così il partito del popolo della libidine, un gruppo politico che scende in campo per rialzare le sorti della città di Acireale (ct), che poveretta, già da tempo, ha perso il suffisso REALE e di lei resta a mala pena l'ACI. Il Pd...L non verrà iscritto alle elezioni comunali, ma alle erezioni comunali. La presentazione della lista è avvenuta nel cuore del città, all'interno di un'esercizio commerciale. Di seguito vi propongo il servizio televisivo di Tra News [youtube]http://www.youtube.com/watch?v=jPNd-6V50Js[/youtube]

Donna nel corpo di un uomo “Vi racconto i miei 31 anni e la mia operazione per cambiare sesso”

Scritto da: il 03.05.09 — 3 Commenti
Si tienes un hondo penar, piensa en mi. Si tienes ganas de llorar, piensa en mi… …Piensa en mi cuando sufras cuando llores también piensa en mi* [youtube]http://www.youtube.com/watch?v=83b_KNcduOk[/youtube] Apro questo racconto con le parole di una dolce e triste ballata spagnola. Nutro la speranza di riuscire a rendere, a voi lettori, i sentimenti che si nascondono dietro la storia di Andrea (qui nome di fantasia). Saranno state le sue parole o i suoi caldi lineamenti latini a farmi venire in mente le ambientazioni di un film di Pedro Almodovar, in cui si raccontano storie di vita, di amore, di sofferenza e di speranza. Perché si, mia cara Andrea, io in te, vedo pure la speranza. C’era una volta ad Acireale in provincia di Catania, nel 1977, un neonato che viveva con la mamma e i due nonni. Il papà era in prigione e seppure questa mancanza fosse reale, quel bimbo crebbe amato e coccolato come il più bello dei gioielli.  “Dormivo nel letto con i miei nonni- ricorda Andrea con gli occhi che luccicano- ho vissuto con loro fino a 10 anni”. A cinque anni, quel bambino scoprì la sessualità “all’asilo guardavo gli altri ragazzini ed ero convinta di essere una femminuccia- mi spiega – pur avendo il pene, ho scoperto di essere un uomo solo nell’età dello sviluppo”. Andrea giocava con le bambine ed i nonni gli regalavano le barbies, una alla settimana. Voleva fare le pulizie a casa, ed i parenti non si stranivano di questo comportamento, non si ponevano troppe domande e comunque lo amavano così come era. Nel frattempo Andrea a 6 anni indossava i vestiti della mamma, convinta che da grande avrebbe dovuto vestire a quella maniera. Andrea si definisce uno sbaglio della natura: una donna nata nel corpo di un uomo. “I miei genitali non si sono neanche mai sviluppati” mi spiega. Se ...
carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | WebStrategist (area test) | Hosted by MediaTemple