Un dono alla beltà di Zelda: un mazzo di peperoni e di limoni

Scritto da: il 28.09.10
Articolo scritto da . Sono informazione, Sono la giornalista che tiene tra le dita una sigaretta. Sulla mia scrivania c'è polvere, una baraonda di fogli vecchi e nuovi, conti da pagare, il cavo dell'iPod, la busta baga, una tazza di tè risalente a tre giorni, gli spiccioli e questo computer. Amo e odio l'informazione, per lei vivo e non ho vita. Per lei rinuncio alla mia personalità perchè io sono notizia. Bella, triste, falsa, stupida, ricca, squallida, penosa, irreale. Io sono tutto questo grazie all'informazione e non sono niente.

Eccomi prepotente viva Aritmea per una Cronaca dall’Olimpo…

Ascolto con passione la canzone di Mina intitolata “Un bacio è troppo poco” per rivivere il primo omaggio alla beltà che… ha ricevuto Zelda, la mia amata (praticamente figlia) cagnolina di razza sharpei.

Immagine anteprima YouTube

Zelda, Erika all’anagrafe canina; figlia, da quanto si legge nel suo pedigree, di Khambalig Otello, a sua volta parente del noto Sundrieds Wrinkles campione italiano di bellezza, e di Melissa, imparentata con Loi 4 volte regina nazionale di bellezza,  e ben 3 volte vincitrice del titolo di più bella del mondo…

Zelda, dicevano, vive con noi da più di un anno. Per lei il massimo: vestitini da pin up, guinzagli e collari cool, alimenti selezionatissimi e costosissimi, tolettature bisettimanali e cure mediche infinite con razioni giornaliere di integratori vitaminici per curare le sue numerose debolezze cutanee.

Da domenica scorsa ha il calore, quello che io invece definisco (poichè antromorfizzata) il ciclo. Da allora è scattata l’operazione “mestruazione Zelda”. Cambio giornaliero di mutadine, rigorasamente in puro cotone, per non irritare il pancino e le sue lussuossime parti intime (conseguente acquisto di proteggi slip umani indicati per la piccola Zelda) e doppia somministrazione di vitamine e biscotto speciale per tenerla sù.

Questo pomeriggio ha avuto uno dei suoi soliti attacchi di colite. Questo ha significato passeggiata forzata in giardino per liberare lo stomachino.

Se non fosse che… di lei si è accorto, colui che io chiamo “Campana”, un beagle nano di dubbia origine che indossa una fastidiosa capanella al collo.

Campana appartiene al signore che coltiva il terreno confinate e già da qualche tempo scappa dal suo padrone per venire a “spiscettare” nel territorio di Zelda, che altro non può fare che guardarlo da casa attraverso la vetrata e odiarlo con tutta se stessa perchè viene a fare la pipì nei suoi amati cespugli di origano, menta e rosmarino.

Campana oggi ha fiutato Zelda a 100 metri di distanza e ha deciso di venirci a trovare, proprio mentre la povera Zeldina era intenta ad emettere sonori peti liberatori.

A me, che spero di poterla accoppiare con un principe di razza sharpei ampiamente titolato, non è rimasto altro che armarmi di 5 pietre e gridare verso il padrone di Campana: “Signore, chiami il suo cane, il mio è in calore”.

Lo stronzetto ha minacciato le virtù della bella per circa 10 minuti, poi è tornato a casa sua.

Un quarto d’ora dopo, quando ancora Zelda era indecisa sul da farsi con i suoi problemi intestinali ed io vigilavo sul suo corpo inviolato ancora tremante, si è presentato alla nostra porta il “padre” di Campana “Signora – mi ha detto – le vorrei lasciare dei limoni e dei peperoni, se li accetta”. “Finalmente Zelda ha prodotto un introito” penso e non mi lascio sfuggire l’occasione.

“Certo il mio Campanellino (bastardaccio dico io) è più basso – dice – io non vorrei mai che succedesse qualche danno, quel suo cane è favoloso…”

Quando ritiro la cassa piena del ben di dio, mi accorgo che ha un rivolo di bava alla bocca al solo pensiero che il suo “cosaccio” possa inseminare la mia principessa….

MMMMMhhhhHHH Un bacio non è troppo poco……

  • Pingback: Fabiola Foti

  • comare

    Sto ridendo pensando alla scena. Rivedo Zelda che saltella e tu che la rincorri oltre a camponellino che non sa cos fare. Attenta la prossima volta che Zeldina sciarpetta è fuori

  • silvana

    bellissima la scena ….ATTENTA campanellino è sempre li che attende sotto mentite spoglie!

carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | WebStrategist (area test) | Hosted by MediaTemple