Omicidio Roberto Cavalieri: la città mormora

Scritto da: il 04.09.09
Articolo scritto da . Sono informazione, Sono la giornalista che tiene tra le dita una sigaretta. Sulla mia scrivania c'è polvere, una baraonda di fogli vecchi e nuovi, conti da pagare, il cavo dell'iPod, la busta baga, una tazza di tè risalente a tre giorni, gli spiccioli e questo computer. Amo e odio l'informazione, per lei vivo e non ho vita. Per lei rinuncio alla mia personalità perchè io sono notizia. Bella, triste, falsa, stupida, ricca, squallida, penosa, irreale. Io sono tutto questo grazie all'informazione e non sono niente.

Non posso fare a meno di parlare di Roberto Cavalieri, il 33 enne ucciso venerdì scorso mentre rientrava nella sua casa di San Gregorio di Catania.
Nessun indagato per il momento, gli investigatori dicono di vagliare ogni pista e di brancolare nel buio. Ma la città mormora…

n1456820337_30078786_7291

Roberto Cavalieri apparteneva alla giovane catania bene, era uno informatore scientifico, amava lo sport in genere (per i suoi funerali il saluto dei motociclisti) e aveva tanti amici e conoscenti. Chi lo conosceva, lo descrive come un ragazzo pulito senza vizi, qualcuno lo ha anche definito un “igienista”. Per otto anni era stato legato ad una ragazza poi, questo inverno, la fine del rapporto.

n1358404613_218613_6151

Cavalieri allora stringe una nuova relazione. Pare che negli ultimi giorni di vita di Roberto Cavalieri il nuovo rapporto si stesse meglio definendo.

La notte tra il venerdì 28 agosto ed il sabato 29, Cavalieri, abitudinario, intorno all’1.30 sta rientrando nella sua casa di Via Bellini.

Ad attenderlo qualcuno armato di fucile con una pallottola rinforzata, usata per la caccia dei cinghiali. Il giovane non tenta neanche di uscire dalla macchina ed evidentemente viene sorpreso quando gli sparano, dall’alto verso il basso, un colpo nel centro dell’addome.

n1373319763_9350_9678

I giorni a seguire sono storia. Sul facebook di Roberto Cavalieri esplode la rabbia degli amici e della sua nuova compagnia, chiedono tutti vendetta per quello che senza dubbio è un omicidio premeditato ad opera di qualcuno che forse conosceva il Cavalieri.

Anche questo delitto rimarrà irrisolto?

  • http://biancoenero.blogdo.net fabiola

    Ho ricevuto una mail che qui riporto di seguito

    BUONASERA,
    VI SCRIVO IN MERITO ALL’ARTICOLO SU ROBERTO CAVALIERI PUBBLICATO DA FABIOLA.
    MI PRESENTO,SONO LA FIDANZATA DI ROBERTO E NOI STAVAMO INSIEME DA UN ANNO E NON DA UN PAIO DI MESI….SCUSATE SE VI FACCIO QUESTA CORREZIONE MA SONO STANCA DI LEGGERE INFORMAZIONI CATTURATE DA NON SO DA QUALE FONTE.
    NON E’ QUESTO PURTROPPO CHE MI RIPORTERA’ ROBERTO MA MI SEMBRA GIUSTO FARE UN PO’ DI CHIAREZZA.E PIU’ DI TUTTI SPERO CHE PRIMA O POI ESCA FUORI L’ASSASSINO DI ROBERTO.

  • aldo

    Ho letto casualmente la storia di questo ragazzo.
    Prima su questa pagina , poi sempre su internet ho letto …CASO RISOLTO , UCCISO DA UN RAPINATORE CHE VOLEVA RUBARGLI LA MACCHINA …..!?!? MA CHI E’ CHE VA IN GIRO SPARANDO PROIETTILI X CINGHIALI X RUBARE MACCHINE E POI CONFESSA GRATUITAMENTE (in quanto arrestato per altri motivi) DICENDO CHE VOLEVA RUBARGLIELA PERCHE’ LA SUA ERA ROTTA …….
    MI SEMBRA UNA BARZALLETTA………

  • aldo

    Oggi la verita’, Cavalieri fu ucciso per una rapina: un rapinatore gli voleva portare via l’auto. Il giovane, secondo il racconto di un pentito ha reagito alla rapina. A raccontare tutto l’esecutore materiale, finito in manette durante un’indagine della polizia, l’uomo ora ha deciso di collaborare con la giustizia. Ai poliziotti ha raccontato i particolari del traffico di droga portato avanti assieme ad altri spacciatori, ma ha anche aperto un altro capitolo. Ha detto “conosco i particolari del delitto Cavalieri”, sono stato io a sparare. L’ho fatto nel corso di una rapina che si e’ conclusa tragicamente, mentre tentavo di portare via l’auto sulla quale Cavalieri, quella sera, stava rientrando. Gli ho puntato il fucile per farlo scendere, lui ha reagito e a quel punto ho sparato. La vettura dell’informatore mi serviva perche’ la mia auto si era guastata ed io ero rimasto a piedi. Il reo confesso adesso e’ in carcere. Sei mesi dopo l’omicidio, dunque si conosce la verita’ di uno dei ultimi delitti che ha scosso Catania.

  • aldo

    C’ E’ CUALCOSA CHE NON QUADRA (2009)

    Le indagini fin quì condotte, hanno fatto emergere alcuni retroscena inquietanti ed una situazione economica disastrosa, in cui un mutuo era stato bloccato, per poi essere “passato” ad un cliente su cui vantava un credito pari a trentacinquemila euro; in attesa di entrare in possesso di tale somma, la vittima, aveva inoltre chiesto diversi prestiti a parenti ed amici.

    I carabinieri che indagano sulla vicenda, stanno seguendo ed approfondendo questi nuovi aspetti della vicenda, per scoprire se l’uomo avesse richiesto somme di denaro anche in ambienti legati alla malavita organizzata; non viene abbandonata, però, la pista del delitto passionale.

    Roberto Cavalieri era un uomo piacente amante della movida catanese. Negli anni passati aveva avuto diverse storie, prima di fidanzarsi con la ragazza con la quale aveva trascorso la sera del venerdì che gli è costata la vita.

    L’omicidio, secondo gli inquirenti, è stato eseguito da un sicario che conosceva bene le vittima, tanto da attenderlo al rientro per colpirlo mentre il cancello della sua casa stava per aprirsi. L’omicidio resta un rompicapo anche perché l’arma utilizzata dall’assassino è un fucile da caccia caricato con una pallottola corazzata, il che porta ad escludere il delitto d’impeto.

  • aldo

    QUALCOSA

  • fabiola

    @ aldo:
    quali sono le tue fonti??

  • aldo

    le fonti sono quelle riportate su questi articoli trovati sul web,basta leggerli.

  • fabiola

    @ aldo:
    scusa ma volevo proprio i link se possibile

  • aldo

    Scusa ma non ho salvato gli indirizzi e non mi ricordo dove o trovato gli articoli.
    Ho fatto copia e incolla.
    Prova a estrapolare qualche frase e vedere se con google ti escono le pagine giuste.
    Comunque in Italia succede di tutto e scrivono di tutto, non vorrei averti turbato dato la gravita’ della situazione.
    Ripeto le riflessioni che ho esposto sono dovute unicamente alla lettura di questi articoli che chiunque puo’ leggere.
    Forse ho sognato….
    Saluti .

  • pc

    @ aldo:
    Leggendo le Vostre stronzate mi viene da vomitare. Di cosa stiate parlamdo non ne avete nemmeno l’idea. Ma da dove venite? Che interrogativi vi siete posti?

carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | WebStrategist (area test) | Hosted by MediaTemple