Il nastro rosso al polso di Raffaele Lombardo

Scritto da: il 05.10.09
Articolo scritto da . Sono informazione, Sono la giornalista che tiene tra le dita una sigaretta. Sulla mia scrivania c'è polvere, una baraonda di fogli vecchi e nuovi, conti da pagare, il cavo dell'iPod, la busta baga, una tazza di tè risalente a tre giorni, gli spiccioli e questo computer. Amo e odio l'informazione, per lei vivo e non ho vita. Per lei rinuncio alla mia personalità perchè io sono notizia. Bella, triste, falsa, stupida, ricca, squallida, penosa, irreale. Io sono tutto questo grazie all'informazione e non sono niente.

Il presidente della regione siciliana, il potentissimo Raffaele Lombardo ha un vezzo se così si può chiamare. Indossa sempre un nastrino di raso rosso sul polso destro.

In bella vista, il nastro rosso non sembra avere nè funzioni terapeutiche, nè tanto meno finalità estetiche.

Da curiosona ho chiesto in giro il perchè. Mi sono state date due risposte:

1) Il presidente, in realtà, sarebbe devotissimo di un tale santo. Il nastro rosso sarebbe la dimostrazione della sua devozione

una spiegazione ancora più interessante

2) Il nastro rosso, secondo alcuni riti esoterici, servirebbe al presidente per difendersi dai nemici. Il nodo a legare le male intenzioni degli altri

carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | WebStrategist (area test) | Hosted by MediaTemple